Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
What if

Top 5 What if… Marvel

In vista dell'inizio della serie TV animata Marvel, vediamo quali sono state le storie cartacee più interessanti del filone alternativo

Sei appassionato di anime, manga o fumetti? Vorresti parlarne all’infinito ma i tuoi amici non ne possono più? Desideri leggere volumi in anteprima o partecipare alle fiere? Allora hai bisogno di noi!

Fra il 1977 e  il 2011 la Marvel ha pubblicato una cinquantina di albi What If…?, storie che esplorano momenti chiave dell’Universo Marvel e cambiano un evento importante, raccontando che cosa sarebbe successo in quel caso.

L’11 agosto inizierà la serie animata What If…?, ispirata a questi racconti. Nel primo dei 10 episodi vedremo che cosa sarebbe successo se il siero del super soldato fosse stato dato a Peggy Carter e se Steve Rogers, non più potenziato, avesse iniziato a combattere con un’armatura disegnata da Howard Stark.

Vediamo allora quali sono stati i più interessanti fumetti della serie What if…

5 – E se Spider-Man fosse entrato nei Fantastici 4?

Il primo numero della serie What If… ? parte da una storia dei primi anni dell’Uomo Ragno, in cui, pensando di poter risolvere i suoi problemi economici, Peter irrompe nel Baxter Building cercando di impressionare i Fantastici Quattro, per convincerli a reclutarlo nel gruppo. Come nel racconto originale, i modi da sbruffone del ragazzo destano perplessità nei Quattro, ma in questa versione la Donna Invisibile richiama Peter mentre si sta allontanando.

What If

Il gruppo diventa così i Fantastici Cinque, ma la numerazione viene presto ristabilita perché Susan si rende conto di non essere più necessaria e lascia la squadra, per andare a vivere con Namor (è stato pubblicato anche un seguito in cui i due si sposano).

What If… Vol. 1, n. 1 del 1977 è stato scritto da Roy Thomas, disegnato da John Buscema, John Romita, Jim Craig e Dave Cockrum.

What If

4 – E se Jean Grey fosse sopravvissuta all’incontro con la Forza Fenice?

Al rientro di una missione spaziale degli X-Men, l’astronave del gruppo si imbatte in una tempesta solare ma la telepate Jean Grey riesce a comandare il mezzo con il pensiero per farlo atterrare. L’intensità della radiazione avrebbe dovuto ucciderla, invece la donna sopravvive e diventa la Fenice, essere dotato di un potere immenso. Affamata di energia, Fenice assorbe la stella D’Bari, uccidendo i miliardi di abitanti di quel sistema solare.

Per arginare la Forza Fenice, Jean si fa mettere alcuni blocchi mentali da Charles Xavier, riprendendo il controllo. Tuttavia, la principessa Lilandra Neramani dell’Impero Shi’ar condanna a morte Phoenix per la strage. Segue una battaglia tra mutanti e Shi’ar, durante la quale Jean si sacrifica perché sta perdendo definitivamente il controllo della Fenice.

What If the Phoenix Had Not Died ci mostra cosa sarebbe successo se Jean fosse sopravvissuta: presto si sarebbe nuovamente scatenata la Forza della Fenice, senza alcun freno da parte della donna, e troppo potente per essere controllata da Xavier.  What If... Vol. 1 n. 28, scritto nel 1981 da Mary Jo Duffy, disegnato da Jerry Bingham e John Stuart, esplora questo inquietante scenario.

What If

3 – E se Goblin rubasse il Guanto dell’Infinito?

In Secret Invasion la battaglia degli umani contro gli Skrull si conclude con Norman Osborn che uccide la regina Veranke. Osborn guadagna molta popolarità e riceve il controllo dello SHIELD, che rinomina HAMMER: l’inizio del Dark Reign, un mondo controllato da Osborn in versione Iron Patriot e i suoi Oscuri Vendicatori, che si concluderà con il fallito Assedio ad Asgard. E se invece Obsorn prima di cadere avesse messo le mani sul Guanto dell’Infinito?

In What If the Green Goblin Stole the Infinity Gauntlet? mentre i supereroi sono impegnati in una lotta impari contro gli alieni Costruttori, Osborn recluta molti villain e si procura appunto le Gemme dell’Infinito. Con il Guanto dell’Infinito, modella il mondo a sua immagine, tortura l’odiato Spider-Man e riporta in vita il proprio padre. Vedendo che il genitore continua ad odiarlo, lo cancella dall’esistenza, senza pensare che questo possa avere ripercussioni su di lui…

What If? Infinity – Dark Reign Vol 1 n. 1, del 2015, è stato scritto da Joshua Williamson e disegnato da Goran Sudzuka.

What If

2. E se Iron Man avesse perso Civil War?

Uno degli eventi Marvel più noti e “divisivi” di sempre (chiedeva esplicitamente “tu da che parte stai?”), Civil War ha spaccato la comunità dei super eroi in due squadre, guidate da Tony Stark e Steve Rogers. Un incidente causato dal supervillain Nitro causa una strage e spinge il governo a imporre la registrazione di tutte le persone con superpoteri: Stark si schiera con le istituzioni, Rogers con la sicurezza e la libertà di chi rischia la vita per difendere le persone.

Incomincia appunto una guerra civile, con gli eroi a favore della registrazione che braccano gli ex compagni che la rifiutano. Negli scontri Golia viene ucciso da Thor, anche se si scopre che si tratta di un clone del tonante realizzato da Reed Richards ed Hank Pym. La squadra di Capitan America viene scoperta mentre cerca di liberare i compagni prigionieri.

Con i poteri di Cloak, lo scontro si trasferisce a  Manhattan: a dar manforte ai ribelli arrivano Namor e gli Atlantidei, mentre l’altra squadra può contare, tra gli altri, sui villain reclutati nei Thunderbolts. Vedendo i danni arrecati a New York dalla battaglia, Cap si arrende. Tony Stark viene nominato direttore dello SHIELD e dà il via all’Iniziativa dei Cinquanta Stati (un gruppo di supereroi per ogni Stato), invece Rogers prima di entrare in tribunale viene ucciso da Crossbones.

What if? n. 1 Civil war, pubblicato nel 2008, poco dopo l’evento principale, ipotizza alcuni ipotetici futuri alternativi, raccontati da un personaggio misterioso a Tony Stark vicino alle spoglie di Cap. In particolare, What if Iron Man lost the Civil War?, scritta da Christos Gage e disegnata da Harvey Montecillo Tolibao, racconta un esito opposto a quello visto nella miniserie.

What If

1 – E se Capitan America non fosse scomparso durante la II Guerra Mondiale?

In What If Captain America Hadn’t Vanished During World War Two? Cap e Bucky (James Barnes) riescono a disarmare l’aereo di Zemo (quello che su Terra 616 li ha fatti disperdere). Teschio Rosso punisce il barone addormentandolo per 20 anni, mentre i due eroi continuano a combattere il crimine (e il comunismo).

Nick Fury muore nella Guerra in Corea e il presidente Johnson offre il posto di direttore dello SHIELD a Steve Rogers. James Barnes, legato sentimentalmente a Sharon Carter, diventa il nuovo Capitan America e accoglie Rick Jones come nuovo Bucky.

Zemo, risvegliatosi, comanda l’HYDRA, ma lo SHIELD e la nuova coppia lo contrastano duramente. Nello scontro finale, Zemo e Capitan America rimangono uccisi. Sharon incolpa Steve per la morte di Barnes, mentre il costume dell’eroe viene ritirato ed esposto in un museo, ma Rick Jones vorrebbe diventare il prossimo Capitan America.

What If… Vol. 1, n. 5 del 1977, è stato scritto da Don Glut e Roy Thomas, disegnato da George Tuska e Russ Jones.

What If

Potrebbe interessarti...

What If

What if 9, recensione del finale di stagione

What If

What if 8, recensione

What If

What if, episodio 7, recensione

What If

What if, episodio 6, recensione

What If

What if 5, recensione

Quanti di questi What if… conoscevi? Scrivilo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3keys

03 dicembre, 2021