Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp

Top 10 sconfitte umilianti degli antagonisti degli anime

10 villain degli anime che hanno sofferto sconfitte a dir poco ingloriose

sconfitte umilianti
Che ne pensi? Conosci altre sconfitte umilianti che potrebbero entrare in questa classifica? Faccelo sapere nei commenti!

Molto spesso una lotta tra un antagonista e un personaggio buono (solitamente il protagonista) è uno scontro epico che stupisce, lascia a bocca aperta ed emoziona allo stesso tempo, lascia senza fiato per tanto che l’esito è incerto. “Spesso” però non vuol dire “sempre”. Ci sono battaglie negli anime che, per rimarcare la forza del personaggio buono oppure per catarsi, sacrificano un villain facendogli soffrire delle sconfitte umilianti. Nella polvere, nel fango e piangenti, ecco i dieci villain degli anime che sono stati ingloriosamente sconfitti.

Prima di andare avanti, magari potrebbe interessarti rileggere la top 10 dei protagonisti degli anime più forti di sempre.

10 – Team Rocket (Pokémon)

Il team di perdenti per eccellenza, i signori delle sconfitte umilianti, non potevano non entrare in questa classifica. E come potrebbe, quando una delle loro frasi tipiche è “Il Team Rocket riparte alla velocità della luce”? Il trio composto da Jessie, James e Meowth ha come unico obbiettivo rapire il Pikachu di Ash ma non importa quale piano convoluto elaborino, puntuali come un orologio svizzero vengono scoperti e catapultati “alla velocità della luce” nella stratosfera. Se si parla di sconfitte umilianti, loro sono veri e propri esperti in materia!

9 – Kakuzu (Naruto)

sconfitte umilianti

Cos’è peggio di subire una sconfitta umiliante da parte di ninja che hanno quasi ottant’anni di meno rispetto a te? Subire due sconfitte umilianti da parte di ninja che hanno quasi ottant’anni di meno rispetto a te. Kakuzu è un ninja di oltre novant’anni che controlla ben quattro dei cinque elementi e che ha il potere di rubare e incorporare i cuori altrui, aumentando la sua vitalità. Con questi doni è stato in grado di confrontarsi con i più grandi ninja della storia, non ultimo il Primo Hokage.

Eppure, per ben due volte, è stato sconfitto da ninja ben più giovani e inesperti di lui. E se la prima volta la sconfitta era stata sì umiliante, ma figlia di un confronto epico con il Team Asuma e Naruto, la seconda volta a metterlo nel sacco sono stati due personaggi con ben poco screen time come Izumo e Kotetsu. Kotetsu, che in un episodio filler era stato malmenato da uno struzzo (cosa che potrebbe far parte da sé nella classifica delle sconfitte umilianti)!

8 – Slade Princeton (Yu-Gi-Oh GX)

sconfitte umilianti

Anche se il campo di battaglia è un gioco di carte per bambini, le sconfitte umilianti sono sempre sconfitte umilianti. Ed è il caso di Slade Princeton, fratello maggiore di Chaz, che reputa il fratello minore un incopetente e un imbarazzo per la famiglia e non perde occasione di denigrarlo. Per umiliarlo ulteriormente, Slade sfida Chaz ad un duello, con in gioco il destino dell’Accademia dei Duellanti, e per essere sicuro di vincere trucca il duello per permettere a Chaz di usare solo carte deboli. Tuttavia, Chaz va oltre queste limitazioni e riesce a vincere, facendo ammetere al fratello che Chaz è un abile duellante.

7 – Envy (Fullmetal Alchemist Brotherhood)

Envy è uno dei personaggi che tutto il fandom di Fullmetal Alchemist voleva vedere soffrire una delle sconfitte umilianti peggiore che si potesse immaginare. Dopo aver assassinato Hughes e aver di fatto seminato zizzania più volte nel gruppo dei protagonisti, vederlo strisciare rovinosamente a terra nella sua forma peggiore poteva solo portare soddisfazione. Ed è infatti quello che succede: dopo essere stato ripetutamente colpito dalle fiamme di Roy Mustang senza possibilità di contrattacare nemmeno una volta ed aver fallito nel tentare di mettere in disaccordo Roy e Edward, Envy si suicida, morendo tra la pietà generale.

6 – Riehlvelt (Hunter x Hunter)

sconfitte umilianti

Riehlvelt e i suoi due compagni, Gido e Sadaso, sono tre Hunter che sono avversari di Gon e Killua al duecentesimo piano della Heaven’s Arena. Tuttavia, invece di tentare di vincere lealmente , i tre giocano sporco, usando ricatti e colpi bassi per tentare di vincere. Quando però vengono scoperti, Riehlvelt tenta di vincere usando solo i propri mezzi. E il risultato non è solo una delle sconfitte umilianti peggiori nella storia di Hunter x Hunter, ma anche una delle più brutali: Gon e Killua non mostrano alcuna pietà e lasciano il poveretto a terra svenuto e tremante dopo avergli distrutto il corpo e anche lo spirito.

5 – Light Yagami (Death Note)

Anche gli dei subiscono sconfitte umilianti. E cosa succede quando ti credi un dio onnipotente ma qualcuno ti fa cadere dal proprio piedistallo, rivelando quanto sei umano? La risposta è: impazzisci. Questo è quello che succede a Light Yagami durante il suo confronto finale con Near.

Ormai certo della vittoria, la sicurezza di Light va scemando quando Near rivela ai presenti la sua identità di Kira, supportata da prove schiaccianti, e come ha contrastato tutti i piani di Light per farlo uscire allo scoperto e ucciderlo. Light, ormai scoperto, prima tenta di uscire da quella situazione con la sua parlantina ma, quando fallisce, perde totalmente la calma, portando Ryuk a onorare la promessa che gli aveva fatto tempo addietro e ucciderlo.

4 – Freezer (Dragon Ball Z)

Il regno del terrore di Freezer era già terminato dopo la sconfitta del tiranno intergalattico per mano di Goku sul pianeta Namek. Tuttavia, il potente nemico è sopravvissuto e, dotato di innesti meccanici e nuovo potere, si dirige verso la Terra con la vendetta in testa. Ad aspettarlo però non è il suo nemico giurato, bensì un ragazzo sconosciuto di nome Trunks. Freezer pensa che questo nuovo arrivato costituirà un intrattenimento interessante, fino a che non scopre che anche Trunks si può trasformare in Super Saiyan e rapidamente dispone di Freezer, suo padre Cold e tutto il suo esercito, portando a due il numero di sconfitte umilianti da parte di un saiyan, giudicata da Freezer una razza inferiore.

3 – Nobuyuki Sugou (Sword Art Online)

Ha preso in ostaggio trecento persone per i suoi biechi esperimenti. E tra queste persone c’era anche Asuna. Ha costretto il padre della ragazza ad accettare un matrimonio combinato contro il parere della figlia in coma. Ha ripetutamente umiliato e abusato di Asuna, convinto che il suo status superiore gliene desse diritto. Per questi motivi vedere Nobuyuki Sugou strisciare a terra piangente è uno dei momenti più soddisfacenti degli anime.

Il villain del secondo arco narrativo di Sword Art Online merita tutte e due le sconfitte umilianti sofferte per mano di Kirito, la prima nel mondo virtuale, dopo che Kirito riesce a rubargli i permessi da admin e a sconfiggerlo senza sforzo, e la seconda nel mondo reale, dopo che aggredisce il ragazzo nel parcheggio di un ospedale ma si ritrova il suo stesso coltello puntato alla gola, soverchiato da un ragazzino magrolino.

2 – Luke Valentine (Hellsing Ultimate)

Dopo essersi infiltrato nel quartier generale di Hellsing insieme al fratello, Luke si dirige subito da Alucard, convinto di poterlo sconfiggere senza sforzo. E Alucard, come fa spesso con i suoi nemici, lo lascia cullare in un falso senso di sicurezza che riempie Luke di orgoglio. Ma poi il vampiro inizia a fare un pochino sul serio, smembrando Luke con facilità disarmante e prendendolo in giro perché non in grado di rigenerarsi abbastanza velocemente. Dalle stelle alle stalle per Luke, che tenta una fuga bloccata subito da Alucard, che divora il nemico senza lasciarne traccia. Una delle sconfitte umilianti più sanguinolente degli anime.

1 – Speed o’ Sound Sonic (One-Punch Man)

Speed o’ Sound Sonic è l’autoproclamatosi rivale di Saitama, anche se il sentimento non è certo reciproco, e ogni volta che lo incontra tenta invano di sconfiggerlo. Delle sconfitte umilianti patite da Sonic da parte di Saitama si potrebbe scrivere un libro intero, ma molto probabilmente quella più divertente è la seconda, in cui viene ingloriosamente colpito dalle parti basse. Quello che rende così divertente e umiliante questa sconfitta è che Saitama ha ben poco a che fare con l’intera azione: lui si è solo limitato ad alzare il pugno, contro cui Sonic sbatte a grandissima velocità, la stessa velocità di cui va tanto fiero.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Rubriche

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0