0

0

Saiyuki: Otakult #45

Oggi ripercorriamo insieme ai nostri eroi il viaggio verso Ovest

0

0

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ragazzi siamo ritornati, come tutte le domeniche, con un nuovo articolo della rubrica Otakult! La scorsa settimana abbiamo parlato, in onore dei suoi 40 anni, del pirata dello spazio Capitan Harlock. Oggi invece che viaggiare nell’universo rimaniamo con i piedi per terra, o quasi, perchè parliamo di cult che si ispira ad una leggenda giapponese. Come spesso succede, i miti e le leggende si mischiano con divinità e demoni, di conseguenza anche se la trama parla di un viaggio rimaniamo con uno sguardo verso il mondo celeste. L’opera in questione è appunto Saiyuki.

Saiyuki nasce in versione manga scritto e disegnato dalla mangaka Kazuya Minekura. Saiyuki all’epoca ebbe molto successo da creare diverse saghe:

Nome Editore/Rivista Giappone 1^ Pubblicazione Giappone Editore Italia  1^ Pubblicazione Italia
Gensomaden Saiyuki Enix/Monthly GFantasy 25 ottobre 1997 Dinyt 15 aprile 2004
Saiyuki Gaiden Enix/Monthly GFantasy

Ichijinsha/Comic Zero Sum Ward

25 dicembre 2000 Dinyt 14 luglio 2010
Saiyuki Reload Ichijinsha/Comic Zero Sum Ward 25 luglio 2002 Dinyt 19 aprile 2006
Saiyuki Reload Blast Ichijinsha/Comic Zero Sum Ward 2009 Dinyt 16 novembre 2013
Saiyuki Ibun Ichijinsha/Comic Zero Sum Ward 28 dicembre 2009 Dinyt 16 novembre 2013

I primi tre sono conclusi, invece il Reload Blast e la saga Ibun non hanno trovato ancora la fine perchè l’autrice ha problemi di salute e non riesce a continuare a disegnare in maniera continua.

Ovviamente ottene anche delle serie animate, OVA e un film:

Nome Tipo di animazione Studio 1^UscitaGiappone Rete Giappone Editore Italia  1^Uscita Italia Rete Italia
Gensomaden Saiyuki (Saiyuki – La leggenda del demone dell’illusione) Serie Tv (+ 3 ep OVA) Pierrot 4 aprile 2000 Tv Tokyo Dinyt 1 ottobre 2002 MTV,GXT, Cooltoon, Ka-Boom
Saiyuki Reload  Serie Tv Pierrot 2 ottobre 2003 Tv Tokyo
Saiyuki Reload Gunlock Serie Tv Pierrot 1 aprile 2004 Tv Tokyo
Saiyuki Reload Blast Serie Tv Platinum Vision 5 luglio 2017 AT-X, Tokyo MX1, SUN, TVA, BS11 5 luglio 2017 Crunchyroll
Saiyuki Requiem Film Pierrot, Dentsu, Group TAC 18 agosto 2001 Tv Tokyo Kazè 2005
Saiyuki Reload -burial- serie OVA Pierrot 27 aprile 2007
Saiyuki Gaiden serie OVA Anpro 25 marzo 2011

Saiyuki arrivò anche in teatro tramite due musical di cui avevamo fatto un articolo al riguardo descrivendovi il cast, ecc..

Trama

La trama si ispira a una leggenda orientale narrata nel libro Il viaggio in Occidente, un classico della letteratura cinese. Il libro viene attribuito all’erudito Wú Chéng’ēn della dinastia Ming vissuto presumibilmente tra 1504 e il 1582 mentre l’opera è stata pubblicata in forma anonima nel 1590 (per far capire l’aria ignota che gira intorno all’opera).

Trama del libro: La trama del libro parla di un monaco di nome  Sanzang, che rappresenta il personaggio storico Xuánzàng. Lui viene inviato in India con il dovere di prendere certi testi canonici buddhisti che in Cina non erano disponibili. Non è da solo, infatti viene accompagnato da tre discepoli, il re scimmia Sun Wukong, il maiale Zhu Wuneng  e il demone fluviale Sha Wujing, i quali cercheranno tramite il viaggio di redimersi dai loro peccati. Il cavallo del protagonista, invece, è in realtà un principe drago, figlio del Re Drago del Mare del Sud. Tutti insieme affrontano diverse insidie come combattere i mostri ed i demoni che incontrano lungo il cammino, tra cui il Baigujing e il Demone del Ratto.

Trama del manga/anime: Per quanto riguarda la trama dell’opera di Minekura, differisce abbastanza mantendendo solamente alcuni aspetti del viaggio e dei protagonisti. Sanzo il monaco, Cho Hakkai, Son Goku e Sha Gojyo vengono incaricati di recuperare tutti i sutra e di fermare la resurrezione di un demone chiamato  Gyumaoh. Durante il viaggio però incontrano vari pericoli perchè i vari tentativi di risvegliare il demone, hanno provocato negli altri demoni comportamenti incontrollabili tanto da renderli dei veri assetati di sangue.

La prima serie animata segue fedelmente il manga fino al 7 volume, poi prende una piega diversa. Nel manga, infatti i 4 personaggi si scontrano prima con Ginkaku e Kinkaku e poi con Kamisama, subordinato di Nii-jieni (il dottore direttamente impegnato nella resurrezione di Gyumaoh). Queste parti sono invece presenti nella seconda serie.

Nella prima serie, invece, fa la sua comparsa il principe Dio della guerra, Homura Taishi (succeduto a Nataku Taishi, il Dio che aveva sigillato Gyoumaoh), che cerca di servirsi di Son Goku per creare il Nuovo Mondo, privo di tabù.

Con tutte queste pubblicazioni, la storia del manga spazia nel tempo raccontanto diversi avvenimenti dei personaggi della serie:

  • Gensomaden Saiyuki segue la trama di base del viaggio verso ovest.
  • Saiyuki Gaiden invece è un prequel che racconta la storia delle loro vite precendenti, che sarebbero le vite nel mondo degli dei. Sanzo, Gojyo e Hakkai sono le reincarnazioni di tre dèi, ovvero Konzen Doji, Kenren Taisho e Tenpou Gensui mentre son Goku era già presente.
  • Saiyuki Reload è la continuazione di Gensomaden Saiyuki.
  • Saiyuki Reload Blast è sempre la storia successiva al Reload.
  • Saiyuki Ibun invece è un precuel che parla del maestro di Genjo, ovvero Houmei, prima di diventare il nuovo portatore del sutra ovvero prima di essere nominato Sanzo.

Personaggi principali

I protagonisti della storia sono 4 ragazzi più un draghetto. Sono personaggi particolari che pur sembrando strani hanno dentro di loro un vissuto e una moralità che colpisce al cuore:

Saiyuki Reload Blast

  • Partiamo da Genjo Sanzo Hoshi, al tempo Koryu, venne abbandonato nelle acque di un fiume appena nato dove poteva morire ma la provvidenza fece passare per caso di là Koumyou Sanzo che lo salvò dal fatilico destino e decide quindi di diventare allievo del bonzo. Questo incontro formò un legame così importante per Koryu, infatti dopo la morte del suo maestro, divenne un uomo cinico, disilluso e adottò il principio Non avere nulla. Anche se prese il vizio del fumo e di bere alcolici, divenne il nuovo Sanzo e quindi il custore di due sutra( Il Seiten e il Maiten Kyomon).
  • il secondo di cui parleremo è Son Goku‘ il quale è un essere eretico, in quanto ha avuto origine dalla terra stessa che ha vissuto rinchiuso circa 500 anni su una montagna prima di essere poi liberato da Genjo. Viene anche chiamato Seiten Taisei (“Grande Saggio Pari del Cielo”) quando, perdendo la corona che porta sul capo, si trasforma. La corona è un dispositivo di riduzione dei poteri. Quando è piena potenza pertanto è pari agli stessi dèi che lo temono. Ha un carattere inguenuo ed è sempre affamato. Il suo punto di riferimento è Genjo che lo vede quasi come un padre.
  • il terzo personaggio è Sha Gojyo, un mezzo-demone kappa riconoscibile da tutti grazie alla presenza nel suo aspetto esteriore di occhi e capelli rossi. E’ figlio di una relazione extraconiugale, poiché suo padre si era innamorato di una donna umana e per poter celebrare il loro amore, i genitori di Gojyo si erano tolti la vita. La matrigna prova a prendersi cura di piccolo Gojyo fino a che perde la testa picchiando ripetutamente Gojyo, cercandolo di uccidere, essendo lui il frutto del tradimento. Verrà salvato dal fratellastro di nome, all’epoca Sha Jien e ora Dokugakuji, il quale dovrà scappare perchè uccidendo la madre, fu accusato di omicidio. Tutte queste concause rendono la personalità del kappa libertina e da dongiovanni. Va dietro a qualunque donna e questa è una forma di compensazione per l’affetto che non ha mai avuto dalla madre. Inoltre si guadagna da vivere col gioco d’azzardo, probabilmente barando.
  • l’ultimo compagno del quartetto si chiama Cho Hakkai, ma prima era anche conosciuto con il nome di Cho Gono, era un insegnare di una scuola elementare del suo villaggio. In quel villaggio conosce quella che sarebbe diventata poi la sua compagna, ovvero Kanan. La sua bellezza attira le grinfie di un demone che la rapisce, la stupra e di conseguenza la ragazza rimane incinta di lui. Gono, per salvarla, si fa strada uccidendo mille demoni e tutto ciò trasforma anche lui in una creatura demoniaca. Anche se arrivato fino dalla sua amata, Kanan non riesce a sopportare di avere in grembo il figlio del demone-violentatore e si toglie la vita davanti gli occhi del suo fidanzato. Viene accusato di omicidio anche se poi viene assolto e per cui decide di cambiare nome. Appare sempre come un uomo sorridente e gentile, ma i drammi ricevuti gli hanno tolto ogni forma di ambizione. Afferma infatti di non avere più la capacità di sognare e se gli chiedessero cosa vorrebbe non saprebbe decidere.

Frasi celebri

Per capire veramente i personaggi e la loro spicologia bisogna sentire (o in questo caso leggere) le affermazioni che fanno dirante lo svolgimento degli avvenimenti. Ecco dunque alcuni aforismi:

Genzo Sanzo Hoshi

Conosci l’espressione «non avere nulla»? È un insegnamento zen. “Se incontri un Buddha, uccidilo. Se incontri un tuo antenato, uccidilo. Non avere legami, non essere schiavo di nessuno. Vivi semplicemente per la tua vita.” È l’unico insegnamento che mi è stato trasmesso dal mio predecessore. Ecco perché continuerò ad uccidere senza alcuna pietà… CHIUNQUE MI SI PARERÀ DI FRONTE! Che si tratti del nemico o di qualcun altro, non fa differenza.

 

Ho sentito dire che per te il rosso è il colore della penitenza… penitenza decisa da chi? Dio? Dio non salva nessuno, ricordalo! L’unico ad essere in grado di salvarti sei tu stesso. Sei libero di morire, è una buona via di fuga, ma se tu morissi le cose rimarrebbero invariate. Se invece decidessi di vivere le cose potrebbero cambiare.

Sha Gojyo

È sleale che una bella donna si metta a piangere, perché poi mi viene voglia di consolarla.

 

Chiedendolo a me stesso: che cos’è in realtà l’amore? Forse è una domanda sciocca visto che non lo sto cercando. Per dimostrarmi qualcosa mi sono fatto crescere i capelli, per nascondere le cicatrici che mi ricordano quando mia madre cercò di uccidermi. Il colore del sangue come un castigo, credevo di essere l’unico a vederla in questo modo… Un amore che non si è riusciti a ottenere. Un amore che non si è riusciti a difendere. Incolpandoci del nostro fallimento entrambi vediamo la nostra illusione scomparsa in un mare di sangue.

Son Goku 

Se questo luogo si fosse trovato nelle profondità della terra non avrei mai desiderato il sole…
Se questo luogo si fosse trovato nelle profondità della terra non avrei mai conosciuto la libertà e la solitudine. Mi ha guidato fuori dalle oscure, oscure tenebre… Mi ha donato un mondo splendente, splendente ancor più del sole… Non so perché, ma lo ricordo bene, io conosco questi sentimenti da un tempo molto, molto remoto… Non voglio perderlo!

 

Proprio non capisco! Non capisco neppure le parole di quell’uomo, e neanche voglio comprenderle! Che c’è di male nel voler vincere?! È naturale! Se morire significa perdere, allora non vincere è insensato! Non sono uno che vive di stenti, così come non mi sento troppo saldo! Noi abbiamo il nostro modo di condurre il gioco! Se volete ribattere che non capisco niente solo perché sono uno stupido ragazzino… va bene, sarò anche uno stupido ragazzino… ma non ritengo assolutamente di sbagliare! Se perdessi ora mi sentirei sconfitto dalle parole di quel tipo! Mi fa una rabbia! Contro uno così… contro quello lì io non voglio più perdere!

Doppiaggio

Verranno citati di seguito gli interpreti vocali della versione originale giapponese e anche quella italiana delle saghe trasmesse nelle Tv nazionali che ovviamente è solo la prima e il film Requiem.

Gensomaden Saiyuki

PERSONAGGI PRINCIPALI

DOPPIATORI ORIGINALI DOPPIATORI ITALIANI
SON GOKU Suichiro Hoshi SIMONE CRISARI
GENJO SANZO Toshihiko Seki ANDREA WARD
SHA GOJYO Hiroaki Hirata MASSIMO DE AMBROSIS
CHO HAKKAI Akira Ishida PATRIZIO PRATA
KOUGAIJI Takeshi Kusao MASSIMILIANO MANFREDI
LIRIN Kaoru Morota FEDERICA DE BORTOLI
DOKUGAKUJI Masaru Matsunoto STEFANO MONDINI
YAONE Yuko Minaguchi ILARIA LATINI
HOMURA TAISHI Toshiyuki Morikawa FRANCESCO PRANDO
ZENON Hitoshi Horikawa SIMONE MORI
SHIEN Hiroshi Yanaka FRANCESCO BULCKAEN
VOCE NARRANTE (ep.1-2) GIANNI MUSY

 

ALTRI PERSONAGGI

DOPPIATORI ORIGINALI DOPPIATORI ITALIANI
KANZEON BOSATSU   CINZIA DE CAROLIS
JIROSHIN   OLIVIERO DINELLI
HOMEI   DOMITILLA D’AMICO
NATAKU   ALESSIO DE FILIPPIS
YO   DANIELE RAFFAELI
LI TOKEN   GIORGIO LOCURATOLO
IMPERATORE CELESTE   VITTORIO DI PRIMA
RINREI   RACHELE PAOLELLI
SANBUSTUSHIN   CLAUDIA CATANI
ANNA CESARENI
PIETRO BIONDI
GYOKUMEN KOUSHU   AURORA CANCIAN
NI’JIANJI   MAURO GRAVINA
PROF.SSA FAN   LAURA BOCCANERA
GYUMAO   RICCARDO DEODATI
KANAN   RACHELE PAOLELLI
SHUNREI   BARBARA DE BORTOLI
RIKUDO SYUEI   MASSIMO LODOLO
KORYU   MARCO VIVIO
KOMIO SANZO   ORESTE BALDINI
CHIN’ISOU   MINO CAPRIO
FALSO SANZO (ep.10,32)   ROBERTO DEL GIUDICE
FALSO GOKU (ep.10,32)  
FALSO HAKKAI (ep.10,32)   ROBERTO STOCCHI (ep.10)
?? (ep.32)
POCHI (ep.25)   MASSIMILIANO ALTO
  • EDIZIONE ITALIANA: Dynamic Italia (2002)
  • DOPPIAGGIO ITALIANO: COOP. EDDY CORTESE
  • POST-PRODUZIONE: STUDIO P.V. – Milano
  • TRADUZIONE: Laura Valentini
  • DIALOGHI ITALIANI: Barbara Chies
  • DIREZIONE DEL DOPPIAGGIO: Paolo Cortese
  • ASSISTENTE AL DOPPIAGGIO: Elisabetta Cortese

Saiyuki Requiem

PERSONAGGI DOPP. ORIGINALI DOPP. ITALIANI
SON GOKU Suichiro Hoshi MONICA BERTOLOTTI
GENJO SANZO Toshihiko Seki ANDREA WARD
SHA GOJYO Hiroaki Hirata
CHO HAKKAI Akira Ishida
HOURAN Akiko Yajima BARBARA PITOTTI
GO DOUGAN Ryotaro Okiayu
KOUGAIJI Takeshi Kusao
LIRIN Kaoru Morota FEDERICA DE BORTOLI
DOKUGAKUJI Masaru Matsunoto ROBERTO DRAGHETTI
YAONE Yuko Minaguchi VALENTINA MARI
KANAN Michiko Neya
BONZO MARIO BOMBARDIERI

Scheda Film:

  • TITOLO ITALIANO: “Saiyuki: Requiem”
  • TITOLO ORIGINALE: “Gensomaden Saiyuki: Requiem”
  • PRODUZIONE: Dentsu Inc./Group TAC/Studio Pierrot/TV Tokyo
  • REGIA: Hayato Date
  • SCENEGGIATURA: Hayato Date
  • MUSICHE: Motoi Sakuraba
  • PRODUZIONE: GIAPPONE 2001
  • EDIZIONE ITALIANA: Kaze (2005)
  • DURATA: 160 minuti

fonte doppiaggi

Conclusioni

Saiyuki è una grande opera che ancora non ha avuto una fine, come detto prima, per uno stato di salute dell’autrice. Non sappiamo se veramente riprenderà o no, anche se mesi fa arrivò una notizia che la versione manga originale avrebbe ripreso la serielizzazione, ma dopo l’annuncio non si seppe più nulla. Speriamo si possa arrivare alla fine di questo masterpiece!

Immagine Power Stone

Power Stone : Otakult #77

Guru Guru – Otakult #52

Cosa ne pensi di Saiyuki? Lo conoscevi? E se sì, anche te vorresti riprendesse il manga o non ti è mai interessato? Scrivicelo nei commenti!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x