0

- La recensione

Scopriamo insieme un Webtoon dove una ragazza finisce in un nuovo e sconosciuto mondo!

Dopo la recensione di Dosei Mansion vol. 3, manga di Hisae Iwaoka, edito in Italia da Aiken Bao, la collana di Bao Publishing, tutta dedicata ai manga giapponesi.

L’opera che si recensisce oggi è The Maid and the Vampire, un Webtoon coreano. Il soggetto originale è a opera di Dolce Yi, è stato scritto da Yujeong Ju e illustrato da Seon Lee. Il lavoro, attualmente al capitolo 34, si può leggere sul sito inglese Netcomics. Ogni capitolo esce il lunedì, con cadenza settimanale.

TRAMA

La storia parla di una ragazza di 19 anni, di nome Areum, che, dopo essere stata investita da un camion mentre stava andando a scuola, si ritrova catapultata in un nuovo mondo, l`impero di Soltera. Qui, a causa dei suoi capelli mori, viene scambiata per un vampiro e venduta all’asta al miglior offerente. A Soltera infatti i vampiri vivono solo nella oscurità più pura, essendone loro stessi ricolmi, mentre nella parte di luce vivono gli esseri umani, dotati in parte di luce e in parte di oscurità. Areum viene comprata dal duca Millard Travis, unico mezzo vampiro in tutto il mondo. Il duca infatti, credendola una sua simile, spera di poterne fare la sua compagna ma le sue aspettative si rivelano vane. Deluso, vorrebbe berne il sangue ma lo trova ripugnante. La ragazza, disposta a tutto per aver salva la vita, si propone come cameriera. Da quel giorno in poi comincia a lavorare per Millard, riuscendo, a poco a poco, a scaldare il cuore di quell’uomo estremamente solo e malinconico. Con il tempo la ragazza ha anche trattamenti referenziali dal duca in quanto, a differenza delle altre, non lo tratta solo come il suo padrone ma anche come una persona qualunque. Continua comunque ad avere paura di lui, dopo la brutta impressione del loro primo incontro. Immagine protagonisti The Maid and the Vampire

STRUTTURA DELL’OPERA

Nonostante la storia possa apparire come uno dei classici isekai, esso presenta certe differenze. Innanzitutto la protagonista non prova un interesse amoroso verso il suo padrone, ma solo rispetto e, in certe occasioni, timore nei suoi confronti. D’altra parte il duca, dapprima minaccioso, si innamora sempre di più di Areum, inconsapevole dei suoi veri sentimenti. Con il passare dei capitoli poi la storia si incentra sempre di più sui due, quando all’inizio ci venivano presentate tutta una serie di cameriere che interagivano con la ragazza, bullizzandola o compatendola. La storia si presenta pressoché lineare, presentando, in certe occasioni, dei flashback che permettono di comprendere meglio il passato di Millard Travis.

GIUDIZI

A livello grafico, i personaggi e le loro espressioni sono resi in maniera efficace e convincente. Dato il tipo di storia raccontata, vengono in prevalenza utilizzati toni scuri, mentre quelli più accesi in occasioni di eventi mondani e feste a Sol. I personaggi, nonostante rispecchino il cliché della ragazza dal cuore gentile e del demone dal passato difficile, sono ben caratterizzati e, nel corso della storia, potrebbero avere anche un margine di miglioramento. Resa bene l’atteggiamento di meschinità nei confronti di persone di ceto sociale differente, ben nota alla protagonista in più occasioni.

 

 

The Maid and the Vampire riesce a colpire per la sua leggerezza e profondità, presentando personaggi empatici e una serie di situazioni che vanno dal quotidiano all’avvincente.

Aggiungi qui il testo dell'intestazione

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

The Maid and the Vampire riesce a colpire per la sua leggerezza e profondità, presentando personaggi empatici e una serie di situazioni che vanno dal quotidiano all’avvincente.

0