Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Hulk

The Immortal Hulk, indizi sulla conclusione

Per la serie di Al Ewing pubblicata qualche anticipazione per il numero 49 e confermata la conclusione con il successivo

Sei appassionato di anime, manga o fumetti? Vorresti parlarne all’infinito ma i tuoi amici non ne possono più? Desideri leggere volumi in anteprima o partecipare alle fiere? Allora hai bisogno di noi!

A ridosso della pubblicazione dello speciale Time of monsters n. 1, Marvel ha pubblicato qualche anticipazione sul numero 49 di The Immortal Hulk, penultimo dell’acclamata serie di Al Ewing. L’albo in uscita negli Stati Uniti il 4 agosto porrà le basi per l’epico finale della run, che chiuderà la notevole ridefinizione del personaggio, tirando le fila degli sconvolgenti elementi inseriti nella vita di Bruce Banner, in particolare la Porta Verde e ciò che sta oltre di essa.

Hulk

La Marvel di recente ha annunciato uno spin-off della serie, Gamma Flight, che partirà il prossimo giugno. L’editore ha inoltre reso disponibile la copertina del n. 49 di The Immortal Hulk, opera di Alex Ross, e ha aggiunto: “Il cancello ha a che fare con il potere divino e l’eternità. L’avvertimento vale anche per il più forte che c’è:

“Lasciate ogni speranza, o voi che entrate”

L’autore della serie, Al Ewing:

“È finalmente giunto il momento di rivelarlo. Immortal Hulk sta raggiungendo la fine della storia che ci eravamo proposti di raccontare. Il numero 49 porta il Gigante di Giada alle porte dell’abisso e a un resoconto finale sulla sua vita. Poi arriverà un ultimo numero incredibile”.

Quasi un anno fa Joe Bennett, disegnatore principale della serie, aveva anticipato su Instagram che The Immortal Hulk sarebbe finita con il numero 50. Ora quell’indiscrezione viene confermata ufficialmente.

Al Ewing ha parlato del personaggio in un’intervista a ComicBeat:

“Credo che Hulk sia il personaggio Marvel con meno limiti. Ti consente di puoi parlare a cose che i fumetti di supereroi generalmente evitano. Non sto facendo nulla che Steve Gerber o Steve Englehart non abbiano fatto. Sto seguendo le tradizioni della Marvel negli anni ’70.

Mi hanno lasciato fare le cose a modo mio, è stato fantastico. Joe [Bennett] è stato meraviglioso come collaboratore artistico, e ho lavorato con lui per assicurarmi che negli albi ci fossero le cose che voleva. A volte ho pensato di essermi spinto troppo in là su certe cose. Ma ne sono stato molto contento”.

Potrebbe interessarti...

Dylan Dog

Dylan Dog e Vasco Rossi in edizione speciale

Speciale

Lord El-Melloi II’s Case Files: Rail Zeppelin Grace note, in arrivo l’edizione speciale

Wonder Woman

Wonder Woman – Speciale 80° Anniversario

Dylan Dog

Dylan Dog Speciale 35, la nostra recensione

My Hero Academia

My Hero Academia: World Heroes’ Mission, ecco un trailer speciale

Stai seguendo The Immortal Hulk? Sei ansioso di leggere la conclusione? Faccelo sapere cosa nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

black rock

26 novembre, 2021

Ultramega

22 novembre, 2021