Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Immagine Tales of Crestoria locandina

Tales of Crestoria -The wake of sin- su Crunchyroll

Il corto animato del videogioco omonimo per cellulare

0 0 voti
Voto

Oggi Bandai Namco presenterà in anteprima lo speciale animato Tales of Crestoria -The wake of sin- su Crunchyroll. Il corto animato è disponibile lo stesso giorno del suo lancio per gli utenti della piattaforma streaming in tutto il mondo.

Immagien Tales of CrestoriaKamikaze Douga è stato incaricato di animare questo cortometraggio che funge da prologo al videogioco per cellulare Tales of Crestoria . La storia di questo anime mostra i due protagonisti, Kanata e Misella, intraprendere l’inizio del loro viaggio. In precedenza, è stata realizzata una serie animata online (ONA) di 4 episodi da 1 minuto basati sul medesimo videogioco.

Yasutaka Nakata e Kamikaze Douga uniscono nuovamente le forze con una nuova collaborazione. Insieme ci presentano il prologo della storia principale di Tales of Crestoria.

Tales of Crestoria è un gioco per cellulare che è stato annunciato l’11 settembre 2018. Il tema del gioco è il “crimine” e la storia è incentrata su un giovane che porta un grande fardello e vive anche per qualcuno o qualcosa che è importante per lui. L’8 dicembre 2018 è stato confermato che il gioco sarebbe uscito anche in lingua inglese. Un beta test in lingua inglese si è tenuto tra l’8 e il 13 maggio 2020, in Canada e Indonesia. Dopo diversi ritardi, il gioco è stato rilasciato ufficialmente in tutto il mondo il 16 luglio 2020 sia per il mercato giapponese che per quello estero.

Il gioco è ambientato in un mondo in cui le persone sono tenute a portare sempre al loro fianco oggetti conosciuti come vision orb. Le immagini registrate al loro interno possono essere trasmesse tramite central vision, strutture situate in luoghi di importanza, come piazze e chiese. Quando una persona deve essere giudicata, la visione centrale mostra “filmati” relativi al crimine e saranno i cittadini, attraverso le loro “preghiere”, a determinarne la colpevolezza o l’innocenza. Se si viene ritenuti colpevoli, si riceve uno stain of guilt, un segno che appare in una parte del corpo e fa sì che si venga riconosciuti come peccatori.

Potrebbe interessarti...

No data was found
Hai mai giocato a Tales of Crestoria? Faccelo sapere nei commenti!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti