Naviga tra le sezioni

0

Sondaggio condizioni lavorative negli studi di animazione Giapponese

Sakura blog ha effettuato dei sondaggi per scoprire le condizioni lavorative negli studi di animazione Giapponese

foto lavoratori giapponesi
0

0

Negli ultimi tempi, il settore di produzione degli anime giapponesi sta subendo delle forte critiche, dovute soprattutto a straordinari non retribuiti o addirittura violenze psicologiche e/o fisiche. Il blog di informazione Sakura Blog ha pubblicato in questi giorni un sondaggio del tutto anonimo fatto con la collaborazione di 25 assistenti di produzione di anime.

Il sondaggio in questione, è stato fatto su quattro argomenti differenti:

  • Lavoro straordinario
  • Molestie di potere
  • Commenti positivi
  • Altre condizioni di lavoro

 

Lavoro straordinario

Secondo il sondaggio, il 96% degli intervistati ha fatto straordinari, il 72% dichiara di averli fatti sempre e solo il 20% ha dichiarato di non lavorare mai nei fine settimana o nei giorni festivi.

Il 76% aveva accumulato lavoro straordinario non pagato. Il 44% ha dichiarato di aver fatto uno straordinario non retribuito “occasionalmente”, mentre il 32% ha sempre lavorato con uno straordinario non retribuito.

diagramma sakura blog sondaggio

Moleste di potere

Il 76% degli intervistati ha dichiarato di aver ricevuto abusi psicologici e/o fisici dai loro superiori. Il 56% afferma che questi abusi sono successi occasionalmente mentre il 20% ha risposto che succedono sempre.

diagramma sakura blog sondaggio

Uno degli intervistati ha commentato:

“Ho smesso di lavorare in uno studio non solo per le retribuzioni straordinarie non pagate, ma anche perché 100.000 Yen del mio stipendio regolare non venivano retribuiti. Nel primo studio dove lavoravo ho sentito che c’era un caso di suicidio prima che entrassi. Usavano timbrare i cartellini e arrivavano fino a 500 ore”.

Commenti positivi

Sakura blog durante il sondaggio effettuato, ha ricevuto commenti positivi da due  assistenti di produzione.

Il primo ha simpaizzato con la situzione dei lavoratori meno fortunati, aggiungendo che:

“ […] il tema degli “straordinari” emerge molto, ma ad essere onesti, il tempo che trascorro lavorando non è doloroso. La mia esperienza non corrisponde a quella degli altri quando parlano di straordinari. […] è una questione di come scegli di vivere la tua vita.”

L’altro assistente di produzione ha detto che lo studio in cui lavorava aveva iniziato a concedere giorni di riposo al personale per tentare di ridurre la quantità di straordinari.

“Tuttavia il sistema anime non è stato modificato. Quindi, quando riceviamo serie senza un buon programma, quei giorni di ferie inevitabilmente vanno via e finiamo per dover fare gli straordinari ogni giorno. una situazione in cui lo studio stesso ha migliorato le sue politiche, ma il processo di produzione e il modo in cui effettivamente realizziamo gli anime devono ancora recuperare “.

Altre condizioni di lavoro

Il sondaggio ha anche chiarito lo stato occupazionale degli assistenti alla produzione. Il 92% ha dichiarato di essere un dipendente a tempo pieno o a contratto (impiegato per la durata di una produzione o più produzioni). Il 92% ha affermato di aver ricevuto un rimborso totale o parziale delle spese di viaggio. Metà degli intervistati hanno ricevuto un bonus o un aumento di stipendio.

Sakura blog ha sottolineato che i luoghi di lavoro e le esperienze degli intervistati sono diverse, quindi questa campionatura del sondaggio non dovrebbe essere considerata pienamente rappresentativa.

 

Il 5 aprile un assistente alla produzione di Madhouse si è unito ad un sindacato e ha iniziato il processo di contrattazione collettiva.

L’assistente sta cercando un risarcimento per tutti gli straordinari non pagati. Secondo quanto riportato da Bungei Shunju, l’uomo aveva lavorato fino a 393 ore al mese, ed è stato successivamente ricoverato in ospedale per il troppo lavoro.

 

Sakura Blog

 

Cosa ne pensi del comportamento degli studi di animazione giapponese?
Commenta!
avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Cosa ne pensi del comportamento degli studi di animazione giapponese?
0