La città incantata

La trama racconta la straordinaria avventura vissuta da Chihiro Ogino, una bambina di dieci anni che sta traslocando insieme alla sua famiglia. Triste e visibilmente contrariata per quel cambio di vita, Chihiro trascorre l'intero viaggio in auto chiusa nella tristezza più totale. Depressa per aver lasciato i suoi amici e luoghi d'infanzia, la bambina odia per principio la nuova città anche se l'ha vista per pochi minuti dal finestrino dell'auto. Arrivati quasi a destinazione il padre sbaglia strada percorrendo un viale sterrato costeggiato da kami in disuso, casette di pietra votive, giungendo a un vicolo cieco: un muro rosso con un ingresso pedonale lo costringe a fermarsi e scendere dall'auto. I coniugi Ogino decidono così di esplorare quel caseggiato abbandonato e, nonostante Chihiro mostri il suo disappunto, percorrono il buio corridoio sbucando dalla parte opposta. Una vasta distesa verde si staglia a vista d'occhio mentre vecchie costruzioni consumate dal tempo spinge il padre a esplorare ulteriormente quello che sembra un luna park degli anni novanta dismesso. Durante la gita improvvisata, un delizioso profumo attira i due adulti che, alla vista di un ghiotto e generoso banchetto, decidono di mangiare le pietanze per poi pagarle a pranzo ultimato. Comincia così la straordinaria avventura di Chihiro catapultata in una città abitata da spiriti e mostri, comandati dalla perfida strega Yubaba, che dovrà salvare i genitori da morte certa dato che in seguito a quel lauto pasto si sono trasformati in grassi maiali da macello.

Tutto su La città incantata