0

0

- La recensione

Mentre il viaggio a ritroso nei ricordi di Kay continua, una nuova minaccia muove i suoi passi nel 2436, uccidendo chiunque incroci la sua strada e facendo presagire l'arrivo di una nuova e difficoltosa battaglia.

Kay La guerra del buio
Naviga
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Bentornato sulla sezione anime di ICrewPlay!

 

Dopo aver recensito il primo e il secondo volume (acquistabili a questo link) della saga, oggi sarà la volta del terzo volume di Kay La guerra del buio!

In questi articolo infatti, anticiperò qualcosa in merito a ciò che ti aspetta tra le pagine del nuovo fumetto targato Sergio Bonelli Editore.

Descriverò inoltre la trama e inserirò qualche tavola per permetterti di pregustare in anticipo i magnifici disegni che ti aspettano all’interno del Vol. 3 di Kay La guerra del buio.

 

La stesura di questo terzo capitolo appartenente all’universo narrativo di Nathan Never è stata affidata al tandem Alessandro Russo/Lucio Sammartino.

I disegni sono a cura di Stefano MartinoAlessandro RussoDavide PercontiOskarSergio Giardo.

Come nel caso del primo e secondo volume di Kay la guerra del buio, la copertina è un’opera inedita di Massimo Dall’Oglio, vincitore in Giappone del Grand Prix Runner Up  e del concorso Silent Manga Audition, indetto da Coamix.

Trama

Kay La guerra del buio

Anno 2436.

La battaglia contro l’oscurità sembra essere vinta, ma c’è qualcuno a cui dà fastidio l’idea che sia stato merito delle sorelle telepate.

Un ex soldato reduce dalla guerra infatti, conduce la sua famiglia nel luogo in cui le due forze si sono scontrate, conscio del fatto che la sua bambina ha dei poteri ed è in grado di vedere e comunicare con le anime dei soldati caduti in battaglia.

Persuasa dalle loro voci, viene attirata in una misteriosa caverna dove una forza oscura la sfrutta a suo vantaggio.

prenderà quindi vita nel corpo di un misterioso individuo e sterminando brutalmente l’intera famiglia.

Dai ricordi di Kay riaffiora un episodio nella quale, assieme a sua madre, si trova a dover scendere nella pericolosa Subcity, luogo dove regnano pericolose bande d’individui caratterizzate da strani tatuaggi, violenza e prostituzione.

Il motivo per la quale Kay e il suo compagno sono costretti a scendere lì è legato ad una loro compagna di scuola misteriosamente scomparsa.

L’agente May, reclutata dalla famiglia per scoprire che fine abbia fatto la figlia, si traveste da membro della banda dei creepers,  una delle più temute in assoluto a Subcity.

Dopo una serie di eventi che la condurranno in un night club, May verrà catturata da Darko, il capo dei Creepers, e condotta nel loro covo.

Kay, in seguito ad una delle sue visioni, scopre che qualcosa non va e decide di avventurarsi a sua volta nei meandri di Subcity.

Lì incontreranno un ragazzo che svelerà loro dove è stata condotta May e con chi ha parlato prima di essere catturata.

Kay si troverà così a seguire Elektra, una prostituta che sembrerebbe aver contattato per ultima la sua compagna scomparsa.

Ma, una volta entrati in casa sua, la troveranno morta a causa di un taglio alla gola.

Improvvisamente due membri dei Creepers bussano alla porta in cerca di Elektra.

Kay, sfruttando il fatto che nessuno conosca visivamente la prostituta, decide di travestirsi e farsi trasportare al cospetto di Darko sotto mentite spoglie.

Qui troverà May che, pur di parlare con Elektra e scoprire qualcosa sulla misteriosa sparizione della compagna della figlia, si è resa disponibile ad intrattenere l’intera banda con uno spettacolo di nudo.Kay La guerra del buio

Le due verranno così ricongiunte e Darko, dopo aver parlato con May, decide di aiutarle nella loro impresa.

metterà a disposizione le sue conoscenze e riuscirà, grazie ad un’altra visione di Kay, a rintracciare il rapitore della sua amica e a metterlo fuorigioco definitivamente.

Kay, Darko e May si scioglieranno così in maniera definitiva, non senza però destare nella ragazza il dubbio che tra la madre e il capo dei Creepers ci sia una sorta di attrazione.

May confermerà le supposizioni della figlia, ma non per questo metterà in dubbio i sentimenti che prova per Branko.

In seguito alla risposta, in Kay si apriranno dei dubbi che si troverà ad affrontare in seguito col compagno di scuola, diventato nel mentre un suo amico intimo.

Ciò incentrerà la scena nuovamente su May e Branko, che in una delle loro missioni verranno affiancati da una ragazza bella e giovane.

Questo scatenerà in May una sorta di contrasto poiché, nonostante sia una vera e propria femme fatale, inizia a sentire il peso dell’età e le conseguenti difficoltà nel mantenere la sua splendida ed impeccabile forma.

Proprio a causa di questo conflitto interno, May scatenerà una malcelata lite coniugale col povero Branko.

Sicuro di agire per il bene della moglie, sceglie d’impiegare la bellezza e le doti combattive della nuova agente, finendo così per fare arrabbiare May che trova immediatamente il modo per fargliela pagare.Kay La guerra del buio

Impressioni personali sul Vol. 3 di Kay La guerra del buio

In realtà, nonostante la serie sia incentrata su Kay, in questo terzo volume di Kay La guerra del buio, la protagonista lascia molto spazio ai due noti agenti Alfa Branko e May Frayn.

Permetterà così al lettore di rivivere, tramite i suoi ricordi, diverse avventure inedite dei due celebri personaggi dell’universo Nathan Never.

Tra l’altro, lo stesso Nathan farà un breve cameo in una scena dove si allena insieme a May.

Viene inoltre lasciato spazio, sottoforma di dialogo tra madre e figlia, ad un argomento attuale molto delicato e complesso:

ossia il punto di vista femminile riguardo l’eccitazione e il piacere che determinate categorie di uomini provano nel vedere donne mettersi a nudo in spettacolini di ballo o spogliarelli.Kay La guerra del buio

Rispetto ai due volumi precedenti di Kay La guerra del buio, Kay compare poco e prevalentemente in versione adolescente, facendo quindi nascere nel lettore la domanda:

che fine avrà fatto dopo la battaglia vinta contro l’oscurità? E che ne è stato della congrega delle sorelle telepate, citate solo all’inizio dal soldato?

È pur vero che di Kay si sa poco e niente ed è solo grazie ai ricordi che possiamo rivivere il suo passato e ripercorrere i passi che l’hanno indotta a diventare una sorella telepate.

Diciamo quindi che, seppur curiosi di scoprire cosa accadrà nel presente, non guasta buttare un occhio al passato per arricchire la conoscenza sui personaggi che incontreremo e che compongono la saga di Kay La guerra del buio.

Inoltre, un nuovo personaggio (vagamente accennato verso la fine del secondo volume) fa la sua comparsa, mostrando un aspetto non del tutto definito e un implacabile potere che presagisce l’inizio di una nuova e turbolenta battaglia per Kay e per le forze del bene.Kay La guerra del buio

Oserei dire che, seppur movimentato e ricco d’inquadrature che già nel secondo albo hanno attirato l’attenzione, questo volume funge da preambolo per quella che sarà la vera guerra del buio, oltre che da palcoscenico per nuove ed inedite avventure degli agenti Alfa.

In conclusione su

Rispetto ai due volumi precedenti, il terzo mostra un volto totalmente nuovo, più incentrato sugli agenti Alfa che su Kay e le sorelle telepate. Nel ruolo in cui la vediamo, la protagonista è ancora acerba e sta imparando a controllare le sue doti mentali, anche se, in più situazioni, risulta determinante e mostra fin da subito il carattere che la contraddistingue dagli altri ragazzi della sua età. Non dispiace, inoltre, lo spazio lasciato agli agenti Alfa e alle procaci forme di May, che anche in questo volume deliziano il lettore e lo invogliano a soffermarsi più del dovuto su determinate inquadrature. Per concludere, anche questo terzo volume risulta piacevole e molto scorrevole. Induce inoltre il lettore a porsi delle domande che, per trovare risposta, dovranno necessariamente attendere l’uscita del prossimo volume, che ovviamente non vediamo l’ora di leggere e recensire.
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Rispetto ai due volumi precedenti, il terzo mostra un volto totalmente nuovo, più incentrato sugli agenti Alfa che su Kay e le sorelle telepate. Nel ruolo in cui la vediamo, la protagonista è ancora acerba e sta imparando a controllare le sue doti mentali, anche se, in più situazioni, risulta determinante e mostra fin da subito il carattere che la contraddistingue dagli altri ragazzi della sua età. Non dispiace, inoltre, lo spazio lasciato agli agenti Alfa e alle procaci forme di May, che anche in questo volume deliziano il lettore e lo invogliano a soffermarsi più del dovuto su determinate inquadrature. Per concludere, anche questo terzo volume risulta piacevole e molto scorrevole. Induce inoltre il lettore a porsi delle domande che, per trovare risposta, dovranno necessariamente attendere l’uscita del prossimo volume, che ovviamente non vediamo l’ora di leggere e recensire.
0