Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Immagine di Yu e Creamy ne L'incantevole Creamy

L’incantevole Creamy – Mahō no tenshi Kurīmī Mami: Otakult #20

La majokko cantante più amata dal pubblico di tutte le età

Sei appassionato di anime, manga o fumetti? Vorresti parlarne all’infinito ma i tuoi amici non ne possono più? Desideri leggere volumi in anteprima o partecipare alle fiere? Allora hai bisogno di noi!

Mahō no tenshi Kurīmī Mami, “L’angelo della magia Creamy Mami”, meglio noto in Italia come L’incantevole Creamy, è un anime dello studio Pierrot trasmesso in Giappone tra 1983 e 1984 e in Italia durante il 1985. Come i precedenti e successivi prodotti d’animazione dello studio Pierrot, l’anime si configura nel genere majokko, quello in cui si frappongono elementi tipici dello shōjo come la commedia e il romanticismo con altri di stampo magico e/o fantastico. In contemporanea con l’anime, è stato realizzato un manga. Successivamente, sono stati realizzati 4 OAV tra 1984 e 1986. Yū Morisawa è anche la protagonista di un crossover delle maghette dello studio Pierrot, noto come Majocco Club: Alien X – Terrore della dimensione A, trasmesso in Giappone nel 1987 e in Italia nel 2011 sul canale Man-Ga.

TRAMA

Immagine di Creamy e YuLa protagonista dell’anime è Yū Morisawa, una curiosa e vivace ragazzina di 10 anni, che aiuta i genitori a gestire il chiosco di crêpes. La ragazza è innamorata, non ricambiata, dell’amico d’infanzia Toshio Ōtomo. La protagonista ha passato tutta la sua vita tra divertimenti, impegni scolastici e familiari fino a quando, un giorno, riesce a scorgere nel cielo un’arca di cristallo. Trasportata a bordo del velivolo spaziale, viene accolta da PinoPino, un folletto-alieno del pianeta della Stella Piumata, che decide di conferirle per un intero anno la capacità di trasformarsi in un adolescente.Immagine di Posi e Nega da L'incantevole Creamy

Da quel momento Yū sfrutta l’occasione presentatagli per diventare una cantante famosa, accompagnata dai sue nuovi compagni d’avventura, Posi e Nega, due micini alieni della Stella Piumata. La sua vita viene così letteralmente stravolta e sarà sempre più dura per lei convivere come Yū e come Creamy Mami, stella di punta della casa discografica Parthenon Production.

La serie presenta sia concerti ed eventi tenuti dalla casa discografica, dove Creamy sarà spesso in competizione con Duenote Ayase, sua collega e rivale, sia avventure fantastiche che permetteranno alla protagonista di crescere e di sviluppare nuovi poteri come la capacità di poter spostare gli oggetti.

Immagine di Yu e Toshio da L'incantevole Creamy

FINALE

Come altri anime del genere, la serie si conclude in maniera piuttosto realistica. Dopo uno straordinario concerto finale, nella quale Creamy canta tutto il suo repertorio, PinoPino torna a reclamare quel potere che le aveva regalato esattamente un anno prima. Creamy così scompare, fisicamente ma non nei cuori dei suoi fan, mentre Yū continua la propria vita insieme alla famiglia e all’amato Toshio.

CURIOSITA’

Tutte le canzoni di Creamy sono cantate da Cristina d’Avena così come la sigla di apertura e chiusura. Ad oggi i titoli delle canzoni noti sono:

  • Dimmi che mi ami teneramente, canzone d’esordio
  • Angelo
  • Senz’altro amore o Sogni
  • Rossetto delicato o Felicità
  • Mia Favola
  • Sorriso

Anche l’unica canzone di Duenote, nota come Good Luck, è interpretata da Cristina d’Avena.

Potrebbe interessarti...

L'incantevole Creamy

Creamy Mami – L’incantevole Creamy New Edition e La Principessa Capricciosa – La recensione dei manga

L’incantevole Creamy ritorna con Coamix ed un nuovo manga!

Nuovo spin-off per Creamy Mami

Speciale

Top 5 ragazze magiche dai capelli viola

Bleach

Evento speciale per i 20 anni di Bleach

Ti manca l’anime de L’incantevole Creamy? Speri di rivederla nei palinsesti Mediaset? Ti è piaciuto? Faccelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

black rock

26 novembre, 2021

Ultramega

22 novembre, 2021