Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
godzilla all'inferno

Godzilla all’Inferno – La recensione

Godzilla all'inferno - il ciclo della vita

Questa volta al centro della scena c’è il re dei kaiju. Godzilla all’Inferno affronta le sue paure.

Il volume è disponibile per l’acquisto in formato cartaceo, sullo shop digitale di Saldapress.

godzilla all'inferno cover

La trama di Godzilla all’Inferno

Tutti abbiamo un’immagine indicativa dell’inferno, che viene definito e costruito in modo diverso, ma rimane un termine di paragone per indicare qualcosa di brutto, di eterno, pieno di sofferenza.

Immaginate come possa essere l’inferno di un essere che non ha paura di nulla. Un luogo popolato dai peggiori incubi, in cui l’unica costante è la disperazione.

In cinque capitoli vediamo come diversi autori hanno immaginato l’inferno di Godzilla, tracciando un percorso ideale con una sua continuità. Un tragitto che ha un inizio e una fine, che però non è così facile da raggiungere.

In questo viaggio attraverso diverse dimensioni infernali vediamo il grande kaiju rivivere  suo modo la distruzione delle città, la creazione di centinaia di migliaia di vittime, i danni collaterali delle sue battaglie.

Godzilla si trova a combattere contro Rodan, Varan, King Ghidorah, contro sé stesso e contro tutto l’inferno, in una lotta continua, interminabile, straziante. Quando il tipico fuoco non basta, gli arriveranno contro una tempesta di ghiaccio, un vortice oceanico, una luce abbagliante.

E’ questa la sua condanna, continuare ad andare avanti, contro tutti e contro tutto. Per sempre.

godzilla all'inferno

L’opera

Un volume un po’ atipico, che non ha una vera trama e soprattutto non ha nessuna linea di dialogo. Sono presenti alcune didascalie, alcune piccole voci, ma le parole sono superflue, in questo caso.

James Stokoe, Bob Eggleton, Buster Moody, Ibrahim Moustafa, Dave Wachter riescono a dare una grande espressività a un contesto molto particolare. Il punto di vista questa volta è quello di Godzilla, non di qualche umano che prova ad infastidirlo. Anche per questo motivo lo sguardo non è particolarmente elaborato, non ci sono ragionamenti dietro le sue azioni, soltanto istinto.

Un’avventura grafica che rende perfettamente il disagio di un mostro, la sua paura, la sua rabbia, mentre sconta la sua condanna.

Mentre rivive ciò che ha fatto, Godzilla dimostra una grande caparbietà, un’irrefrenabile energia. Anche quando viene divorato riesce a trovare una via d’uscita, a continuare il suo viaggio, ad andare avanti per il bene del mondo.

Lui rimane il responsabile dell’equilibrio, la devastante forza della natura a cui tutte le creature che popolano il mondo devono inchinarsi.

Che sia questo il percorso a cui deve sottoporsi ogni volta che viene sconfitto? In questo inferno personale possiamo vedere come tutta questa potenza non possa essere sconfitta, contenuta, imbrigliata per altri scopi. Godzilla è un essere semplice. Ha sempre chiaro il suo obiettivo.  Ucciderlo non sarà sufficiente a fermarlo, troverà sempre il modo di far valere la sua immane forza di volontà.

godzilla all'inferno

Scheda Tecnica

Formato: 18×28, colore

Pagine: 128

Storia: James Stokoe, Bob Eggleton, Ulises Farinas, Erick Freitas, Brandon Seifert, Dave Wachter

Disegni: James Stokoe, Bob Eggleton, Buster Moody, Ibrahim Moustafa, Dave Wachter

Traduzione:  Alessio Danesi

Un viaggio psichedelico in un inferno fatto di mostri giganteschi, violenza, redenzione

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia

Che te ne pare di questo annuncio? Facci sapere la tua opinione nei commenti!

Notizia

Che te ne pare di questo annuncio? Facci sapere la tua opinione nei commenti!