0

- La recensione

0

0

Elfen Lied è un manga scritto e disegnato da Lynn Okamoto. Il manga è stato pubblicato dalla casa editrice Shueisha sulla rivista Weekly Young Jump e, successivamente, raccolto in 12 volumi tankobon. In Italia il manga è stata pubblicato dalla Planet Manga nel 2012. Successivamente l’opera è stata trasposta in anime diretta da Mamoru Kanbe, composta da 13 episodi che vennero mandati in onda nel 2004. Inoltre è stato prodotto anche un OAV spin off. Elfen lied è classificato come Seinen perché tratta argomenti molto forti, non è raro essere messi di fronte a nudo e violenza e (come un buon seinen) la violenza fisica e psicologica, sopratutto, la fanno da padrona.

TRAMA

L’opera è ambientata sulla Terra dove gli uomini vivono tranquillamente le loro vita all’oscuro dei Diclonius, la nuova mutazione dell essere umano. Questi sono identici agli umani ma possiedono due corna sul capo e sono dotati di arti invisibili chiamati vettori.
Gli uomini hanno paura di questa mutazione e per questo i bambini Diclonius vengono utilizzati per esperimenti terribili confinati in laboratorio oppure uccisi.

In un laboratorio in Giappone però una bambina Diclonius di nome Lucy riesce a fuggire massacrando tutto il personale. Ma durante la sua fuga un cecchino viene messo sulle sue tracce e riesce a colpirla alla testa. Lucy dopo aver accusato il colpo viene ritrovata sulla spiaggia da due ragazzi Kota e Yuka, ed essendo in uno stato confusionale l’unica parole che riesce a pronunciare è Nyu e così i due ragazzi le affinano questo nome.
Nyu in confronto alla sanguinaria Lucy è molto dolce e ingenua. Kota e Yuka decidono di aiutarla e di nasconderla a casa loro dai militari che sono sulle sue tracce.
Durante questa convivenza verranno fuori sentimenti nascosti, scene volutamente sessualizzate e pian piano di scoprirà come mai Kota e Lucy sono legati da un tragico evento.

STRUTTURA DELL’OPERA

Per quanto riguarda la trama è una storia già vista e rivista e non sa sbalorditi. Per quanto riguarda me a metà volumi sapevo già come sarebbe andata a finire e quindi ho completato la lettura con molto sforzo. Il disegnatore ha fatto un lavoro eccezionale nel riuscire a rappresentare in maniera diversa Lucy e Nyu, in ogni momento in base al disegno lo riesci a capire senza leggere i discorsi. Per il resto i disegni sono molto standard anche nelle scene più cupe ed emozionali viene fatto un largo uso del chiaro scuro che però non è al livello di un manga come Green Blood.

IMPRESSIONI PERSONALI

Elfen Lief è un manga che non mi ha lasciato molto. L’ho letto 2 mesi fa e di esso ho solo ricordi confusi. La frustrazione di “sapere già come andrà a finire” rovinano un manga che poteva avere grandi potenzialità.

In questo caso la scelta di leggere il manga è quasi una scelta obbligata in quanto l’anime tratta solo i primi 6 volumi del manga e non è stato prodotta una seconda stagione. Inoltre gli ultimi due episodi si discostano completamente dalla trama del manga e propone anche un finale alternativo.

In conclusione su

Un manga nè bello nè brutto, ma consiglio la lettura perché comunque è godibile se non si hanno alte aspettative.
avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp