0

- La recensione

Per la recensione anime di questa settimana parleremo della prima e seconda serie di DanMachi

2+

0

Carissimi lettori, oggi per la nostra recensione anime parleremo di un’interessante opera che continua ad appassionare sempre di più; stiamo parlando di Is It Wrong to Pick Up Girls in a Dungeon? (Danjon ni deai o motomeru no wa machigatte iru darō ka?). Non vi preoccupate se il nome intero dell’opera non vi dice niente, perché in moltissimi lo conoscono infatti, con il suo nome abbreviato: DanMachi!

Quest’opera nasce come Light Novel, scritta da Fujino Ōmori e illustrata da Suzuhito Yasuda, e venne pubblicata per la prima volta nel 2014. Successivamente, sono stati creati due adattamenti manga e una serie anime. La prima stagione è stata mandata in onda nel 2015. Questa estate invece, dopo quattro anni di attesa, è finalmente uscita la seconda stagione!

TRAMA

Nella città di Orario è presente il Dungeon, un posto misterioso dove gli avventurieri vanno alla ricerca di fama e ricchezze, rischiando d’ incorrere in una morte violenta. Mostri e trappole sono piazzati in ogni angolo e più ci si addentra più i piani diventano grandi e i nemici forti. Gli avventurieri possono unirsi a una familia, cioè un gruppo di persone guidate da un dio o una dea. Il protagonista della storia è Bell Cranel, esploratore di 14 anni, che fa parte di una delle familia più piccole e il suo obiettivo è quello di fare colpo su Ais Wallenstein, una bella avventuriera di livello alto per cui si prenderà una cotta.

STRUTTURA DELL’OPERA

Il protagonista della storia, Bell Cranel, è questo 14enne che fa parte di una delle più piccole familia di tutta Orario. È il classico personaggio Shonen, pieno di forza di volontà, con un obiettivo preciso e con un incredibile potenziale; infatti i suoi poteri vengono limitati dalla stessa Estia (il suo capofamiglia) per evitare che il ragazzo perda il controllo e non sappia gestire la situazione. Nella prima stagione, non mancano di certo le scene d’azione, i combattimenti e tutto quello che troviamo nelle opere di questo genere anche se principalmente la struttura della trama è incentrata sul conoscere i personaggi che aiuteranno il protagonista durante le sue avventure.

In questi primi sei episodi della nuova stagione, vediamo la presentazione di nuovi personaggi che si aggiungono alla trama principale e alcuni eventi che danno inizio a una interessantissima saga che vede Bell scontrarsi con la famiglia di Apollo. A differenza della prima serie, ho avuto l’impressione che i personaggi siano caratterizzati meglio, sia per quanto riguarda i loro punti di forza che di debolezza. La trama, come ci si poteva aspettare, sta prendendo una strada che va a infittire alcune situazioni e che getta un alone di mistero su altri personaggi presentati anche nella prima stagione.

IMPRESSIONI PERSONALI

DanMachi IIMi avevano consigliato la visione di DanMachi, però come sempre avevo pensato che una storia del genere non mi avrebbe attirato. Una volta iniziato, però dopo i primi episodi ho trovato questa opera sempre più interessante. Ovviamente, non manca il fanservice che ormai sembra diventato un must per quasi tutte le opere e alcune scene potrebbero far innervosire. Ma c’è da dire che, tolte queste scene (che comunque non sono molte, rispetto ad altre opere), DanMachi diventa una buonissima serie, che riesce in qualche modo ad attirare l’attenzione dello spettatore. I combattimenti che si vedono, non sempre riescono a emozionare, però tutte le vicende che troviamo negli episodi finali insieme al combattimento con il “boss finale” mi hanno davvero tenuto incollato allo schermo.

La seconda stagione per quanto mi riguarda, è molto più interessante della prima, visto che ormai i personaggi principali e quelli che aiutano il nostro protagonista li conosciamo abbastanza bene. In aggiunta i nuovi antagonisti, se così vogliamo chiamarli, che vengono presentati sono caratterizzati molto bene e riescono a migliorare la trama degli episodi. Ora non ci resta che vedere come si evolveranno le cose nei prossimi episodi!

DanMachi è una buona opera, che comunque riesce in tanti momenti ad attirare l’attenzione. Un piccolo problema sono quelle scene di fanservice con Estia, che erano tranquillamenti evitabili. Ma guardando l’interezza dell’opera, ne consiglio la visione.

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

DanMachi è una buona opera, che comunque riesce in tanti momenti ad attirare l’attenzione. Un piccolo problema sono quelle scene di fanservice con Estia, che erano tranquillamenti evitabili. Ma guardando l’interezza dell’opera, ne consiglio la visione.

2+