Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Alice Academy – Otakult #102

Parleremo oggi di un anime del 2004: Alice Academy

Per la nostra rubrica Otakult oggi parleremo di un anime probabilmente poco conosciuto, mai approdato sulle reti televisive come la Mediaset: stiamo parlando di Gakuen Alice.

Alice Accademy (titolo tradotto dell’originale giapponese Gakuen Alice) è un manga scritto e illustrato da Higuchi Tachibana, disponibile in Italia grazie a RW Edizioni Goen. La serie è stata pubblicata dal luglio 2013 al mese di marzo 2020 e si compone di 31 volumi. L’anime, risalente al 2004, è stato trasmesso in Italia nel 2009.

Il manga originariamente avrebbe dovuto avere 12 volumi, ma i programmi cambiarono per via del grande successo ottenuto. Allo stesso modo, la serie avrebbe dovuto avere più volumi, ma l’autrice si è ritrovata ad affrettare la chiusura dell’opera per via delle crescenti richieste dei suoi fan, che volevano leggere il finale. Per questo motivo, molte cose sembrano decisamente più affrettate.

Prima di iniziare, potrebbero interessarti:

E adesso iniziamo con l’articolo!

La trama di Alice Academy

Mikan è una bambina di 10 anni, orfana di entrambi i genitori, che vive in un paesino di campagna con suo nonno. La sua migliore amica, Hotaru, è una ragazza a dir poco geniale, che un giorno deve lasciare la scuola per frequentare l’Alice Academy, una scuola in apparenza privata dove vengono mandati i bambini geniali.

Nonostante la promessa di scriverle spesso, Hotaru manda solo una lettera a Mikan nel corso di un anno. Dopo aver scoperto che la bambina si era trasferita anche al fine di trovare i fondi per salvare la scuola, Mikan decide di andare a farle visita e parte verso Tokyo

Giunta all’accademia, viene immediatamente scoperta dal professor Narumi, che si accorge che lei ha un potere nascosto. In questo modo Mikan riesce ad entrare a scuola e a incontrare nuovamente la sua amica Hotaru, ma i rapporti con molti dei suoi compagni non sono dei migliori.

Analisi di Alice Academy

Come accade per la maggior parte dei manga, anche questo non è stato totalmente trattato nell’anime. La storia dell’anime è decisamente più breve e spensierata rispetto all’originale del manga, trattando solo la prima parte.

Nell’anime, infatti, non si ha il ben che minimo accenno a molti personaggi, inclusa la storia di Mikan, che è decisamente molto più forte e toccante di quanto non venga mostrato. L’anime copre solo i primi cinque volumi del manga, e gli ultimi quattro episodi non sono trattati nell’opera cartacea. Inoltre, alcuni temi sono stati leggermente modificati, probabilmente per rendere l’opera più adatta ad un pubblico di bambini, al quale è rivolta.

Tutto sommato, l’opera si dimostra piacevole e di facile visione. I personaggi, seppur trattati marginalmente, sono molto ben caratterizzati. Avendo come target dei bambini, a volte risulta infantile. Proprio per questo si consiglia di leggere il manga a tutti coloro che vogliono leggere un’opera dai tratti decisamente più maturi.

Potrebbe interessarti...

Speciale

Top 10 Anime più attesi di questa primavera 2020!

Shadowverse

Shadowverse : pubblicato il secondo video promozionale dell’anime

Speciale

Anime stagione primaverile 2020: il listone completo

Speciale

Top 20 degli anime più attesi per l’autunno secondo un sondaggio Giapponese

Speciale

Anime stagione autunnale: la lista completa!

Conosci anche tu quest’opera? Facci sapere la tua opinione nei commenti!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0